E01 - Scatto&Stacco #1 | il 1969

19:12Added: 04.12.2022

L’anno 1969 rappresentò un anno di profondi cambiamenti, all’indomani delle contestazioni studentesche e dei movimenti operai della stagione precedente.

IL 1969 VISTO DA SCATTO&STACCO

Un anno ricordato per il primo allunaggio. Quando l’Apollo 11 toccò il suolo lunare e, quanto a canzoni, il Festival di Sanremo seppe riproporre, così come nel suo stile, un’ottima melodia.

Per quanto essa – come avranno modo di spiegare Magrini e Sardelli nel loro interloquire – era a volte accompagnata da un’eccessiva e reazionaria censura.

L’ANNO DI EDDY MERCKX

L’anno 1969 è anche l’anno della definitiva consacrazione del più grande corridore di tutti i tempi: il belga Eddy Merckx.

Dopo aver trionfato nelle classiche di primavera sembrava proseguire il suo percorso di autentico cannibale anche sulle strade del Giro d’Italia. Nella corsa rosa però intervennero le oscure e mai chiare vicende di doping che a Savona lo costrinsero a lasciare tra le lacrime il Giro.

Il suo riscatto non si fece però attendere.

Poche settimane più tardi Eddy Merckx sbaragliò la concorrenza sulle strade del Tour de France aggiudicandosi la sua prima maglia gialla proprio il giorno precedente della conquista della luna.

In quell’edizione il fuoriclasse belga si aggiudicò 5 vittorie di tappa, relegando il 2° classificato della classifica generale, il francese Roger Pingeon, a oltre 17 minuti di ritardo.